Puglia che ti piglia!
Scatti al volo col telefono, qualche stralcio dal diario estivo

© Copyright
IMG_20220713_143424.jpg

Uno dei motivi che quest'anno ci hanno spinto in Puglia è il mare.

Perché io e Andrea amiamo follemente il mare: il mare da nuotare, da guardare, da passeggiare, da fotografare, da mangiare, da respirare e da tuffarsi giù.

"Ma occorreva andare fino in Puglia?? L'Italia è tutta bella" disse qualcuno che non viaggia, non va in vacanza e non si bagna manco i piedi perché ha paura dell'acqua. La risposta è sì! Ne è valsa davvero la pena, e un giorno non lontano ci faremo pure una casa in Puglia, senza chiedere il permesso a mammà!

IMG_20220707_143023.jpg

E gli animali?
Gli animali stanno bene, grazie. Per loro la cosa più importante è stare con noi e noi ce li portiamo dappertutto.

2f6dfedb-b269-494f-a696-2dcd3f7d6580.jfif

Un giorno, esplorando la nuova situazione, Ulvipira ha scoperto il buco del camino e deciso di passare la maggior parte del suo tempo infilata lì dentro come un topo. Tra le tante inutilità di una casa al mare, c'era questo camino, una sorta di rifugium peccatorum chiuso da un grande cartone: il ricettacolo di ogni genere di cose, dall'aspirapolvere, agli stracci, alla diavolina, a che altro non lo volevamo sapere. Sarebbe servito un inventario. Comunque, Ulvipira ha trovato una fessura tra l'angolo in muratura e il cartone, e da allora ha iniziato a far parte di tutta la lista di immondizie dentro il camino.

0d17ebe3-2d90-4438-b82f-b7a53923fac5.jfif

Tulip amava invece stare all'aperto e, come il più feroce dei cani da guardia, piantonava il cancello della proprietà, sventando temibili rapine e latrocini.

4930db7d-aeea-4179-b513-b77e6887fba0.jfif
9a5d161d-ca97-4da2-a492-7ff0c36bdf77.jfif
c46217bc-fff6-417b-8683-cae144b370f2.jfif

Quel giorno che Ulvipira uscì dal buco e si spinse fin sul tetto!
Fu necessario l'intervento di Tulip, Queen of the roof, per insegnarle a fare le scale all'ingiù.

IMG_20220714_111745.jpg

Abbiamo capito in questi anni che Ulvipira soffre di vertigini.
Per questo non puoi portarla sulle montagne russe e neanche sulla ruota panoramica, o morirebbe di paura.
E noi? Un giretto sulla ruota di Campomarino ce lo siamo fatto. In realtà ho dovuto insistere un po', perché anche Andrea soffre di vertigini ahah!

IMG_20220714_111602.jpg

Dopo la ruota panoramica.

IMG_20220712_153611.jpg

Bestie e ruote a parte, io e Andrea, inutile dirlo, trascorrevamo le giornate in spiaggia, a goderci il meraviglioso mare della Puglia e poltrire sotto il nostro ombrellone bianco.

IMG_20220713_143551.jpg

Il pugliese in spiaggia sta seduto. Si porta la sua sedia e si siede.
Le seggiole sono di fattura, colori e dimensioni diverse, a seconda dei gusti e della stazza, ma se non hai la tua sedia non conti un cazzo in Puglia! 
È il primo anno che io e Andrea ci siamo sentiti dei cani, lì buttati a terra. O anche peggio! Perché in Puglia se tu dici "seduto!" a un cane, lui si mette sulla sua sedia.

IMG_20220710_173327.jpg

Ognuno comodo al posto suo. Tanti cristiani, tante sedie. 
"Assèttate!" è l'espressione più comune che senti in spiaggia, se c'è qualcuno in piedi per sbaglio nei dintorni.

IMG_20220709_145110rev.jpg

Insomma quest'anno, dopo tante estati inconsapevoli passate rasoterra e tanti "assèttate" che sembravano rivolti a noi, ci siamo decisi a comprare la nostra sedia personale, ciascuno la propria: piccola, bianca, di plastica, facile e leggera da trasportare. E devo ammettere che seduti è un'altra vita!

IMG_20220712_153447.jpg

La sera ci si sedeva fuori sul nostro adorato balconcino. Abbiamo messo a sedere pure i vasi del basilico e del rosmarino.

IMG_20220712_153145.jpg

Splash! Still life.

IMG_20220707_195715.jpg

Le bottiglie stanno in piedi.

IMG_20220723_233355.jpg

I ragazzi ballano, da tradizione. ("Vieni a ballare in Puglia", Caparezza).

IMG_20220720_211832.jpg

C'è chi coltiva l'aloe e chi gioca a calcio.

IMG_20220721_140350.jpg

E poi c'è Marco, il mio migliore amico, il più figo della spiaggia: occhiali da sole, patatine e mantello da supereroe.

IMG_20220721_141105.jpg

Se volete un autografo (sta imparando le lettere dell'alfabeto), lo trovate al Porticciolo, a Marina di Pulsano.

IMG_20220706_215756.jpg

Qui invece siamo a Lizzano e questo è il prospetto della nostra villa, baciata dalla luce calda della sera.

IMG_20220706_194531.jpg

Silenzio intorno a noi.

IMG_20220706_215302.jpg

Di giorno e di notte.

IMG_20220706_174917.jpg

Frutta superbuona in Puglia! Passano dei camioncini a portartela proprio davanti a casa.
Una volta mi sono persa il camioncino e io e Marco gli siamo corsi dietro a rotta di collo, io in canottiera e pantaloncini bucati e lui in calzini senza scarpe.
L'omino ci ha chiesto cosa desideravamo della sua mercanzia, ma avrebbe voluto chiederci se eravamo ammattiti.

cdd4fa7e-764e-4845-b4c4-68d73fbc0638.jfif

Questa è la spiaggia preferita mia e di Andrea: Piripiri.
La foto è sua e... diciamo che ci ha dato un po' dentro con la saturazione, così che il mare sembra finto, e non era necessario truccarlo come una gran dama.

IMG_20220714_183813.jpg

E questa sono io. Me non mi fotografa mai nessuno. Mi tocca farmi i selfie oppure le foto in bagno allo specchio come le adolescenti, meglio un po' fuori fuoco, data l'età. Ma almeno vedete che ci sono anch'io, protagonista e autrice dei racconti.

54134e2d-4db5-4730-b586-52affdabd71b.jfif

Fotografare col telefono non è certo la stessa cosa che farlo con la macchina fotografica: la risoluzione delle immagini è quella che è e, col mio, è pressochè impossibile sfocare. Però i momenti si colgono lo stesso, l'inquadratura è immediata e ogni tanto qualche buon risultato lo si ha. Silhouette in spiaggia. 

41df1b5f-1b32-4206-91d2-9ebaa094e909.jfif

"Cielo Mare e Terra. Bellissima", come scrisse un famoso fotografo quando la pubblicai su Instagram ;)

IMG_20220706_151754.jpg

Che dire per concludere?
Ci abbiamo lasciato un po' il cuore in Puglia. Ma ritorneremo...